Recensioni, è giusto che vi chiedano soldi?

Recensioni, è giusto che vi chiedano soldi?

Ho scritto poi cancellato, poi ho abbandonato il progetto poi l’ho ripreso in mano e così via fin quando ho trovato il modo migliore per affrontare un tema piuttosto scottante: quello delle recensioni a pagamento.
Se tanta incertezza mi ha frenato dallo scriverne prima è solo perché tendo ad essere brutale nel mio modo di esprimermi, il mio ragazzo direbbe dura ma giusta, io penso di essere semplicemente insensibile e stronza, ma a parte questo c’è anche il fatto che io sia scissa in due idee di pensiero diverse ma non troppo. Non pensiate che sia poi tanto strano, chi mi conosce sa che riesco a far cozzare insieme anche le idee più divergenti al mondo.

Tornando a questo beneamato articolo sul quale sto meditando da molto, forse troppo tempo, così tanto che ho lo scrivo ho mostro il dito medio all’argomento e vado oltre, ma non ci riesco, perché quando un pensiero mi entra nella testa nemmeno l’alcol riesce a farlo andare via e no, tranquilli, non sono un alcolista anche se, visto come sono certi autori, c’è stato un periodo in cui avrei voluto esserlo.

In questo periodo tante persone, specialmente scrittori emergenti e self, si stanno lamentando delle recensioni a pagamento, sostenendo che non bisogna pagare per essere recensiti perché non è né etico né professionale. Su questa parte del discorso mi sono sempre trovata d’accordo, io sono la prima a invitare gli autori che conosco a stare lontani da certe blogger che si spacciano per grandi influencer ma che di fatto non se le caga nessuno. Ed è su questo punto che mi trovo in disaccordo con chi si scaglia contro le blogger che chiedono soldi per le recensioni; ora vi spiego cosa intendo.

Inanzi tutti bisogna fare una piccola premessa: ci sono quella blogger che chiedono soldi per recensire il vostro romanzo che, a conti fatti, non se le caga nessuno. Avranno al massimo 3000 follower su instagram, 6 visualizzazioni a video su youtube e 5/600 visite sul blog; queste blogger vi fanno spendere soldi dandovi in cambio recensioni che invece dovrebbero fare gratuitamente perché le recensioni pagata non sarà mai onesta ma…

...

… ci sono le Blogger quelle che sono veramente le 10 migliori influencer di Italia, non perché lo dicono loro ma perché lo dicono giornali importanti. Tra i tanti nomi mi viene in mente quello di Ilena Zodiaco, se la Zodiaco decidesse di farsi pagare dagli autori emergenti e self, io sarei la prima a consigliarvi di sfruttare l’occasione perché stiamo parlando di una che fa 20/30 mila visualizzazioni a video mica pizza e fichi.

La differenza tra queste due situazioni che ho riportato sembra non esserci, in apparenza, ma c’è ed è abissale perché, mentre la blogger che non si caga nessuno tranne la madre, il cane e il fidanzato vi chiede soldi per leggere il vostro libro, Ilenia Zodiaco vi chiederebbe soldi per mostrare il vostro libro alla sua community che vanta migliaia di follower tra youtube, instagram, facebook.

Quindi se Ilenia Zodiaco dovesse dire che il vostro libro le è piaciuto voi sbancate, vincete alla lotteria. Pensateci bene quello che state pagando non sono le recensioni, ma tutto il ritorno pubblicitario che, una blogger di quel calibro può darvi. Ecco perché alcune tra le Blogger serie che chiedono soldi per pubblicizzare il vostro libro mettono subito una cosa in chiaro: se il libro non mi è piaciuto lo dico. Ovvio che lo dicono, non state pagando per sentirvi dire che avete scritto un capolavoro, ma per spingere la community di quella Blogger a comprare il vostro libro. Certo il romanzo potrebbe rivelarsi orribile e quindi nessuno del suo seguito lo comprerà, il rischio di impresa è alto, sta a voi decidere se ne vale la pena.

Per concludere

Il motivo che mi ha spinto a scrivere questo lungo e noioso articolo è che trovo ingiusto che tanta gente, anche blogger, sparano a zero su queste persone definendole poco serie solo perché hanno deciso di trasformare una passione in un lavoro. Tante mi hanno detto anche io ho un seguito importante eppure non chiedo soldi.

E quindi? Ti devo dare una medaglia solo perché hai deciso di non trasformare il tuo hobby in lavoro?

 

Se ti è piaciuto questo articolo leggi anche:

6 cosa da sapere per presentare il tuo libro a una blogger

Cinque cosa da fare se vuoi contattare un editore

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.