L’invitato di Massimiliano Alberti

L’invitato

di

Massimiliano Alberti

L'invitato

Titolo: L’invitato

Autore: Massimiliano Alberti

Editore: Infinito Edizioni

Genere: Narrativa contemporanea

Prezzo ebook: Euro 5,99 Amazon

Prezzo cartaceo: Euro 11,90 Amazon 

 

Sinossi:

Tre amici, quelli di sempre. Leo, Kevin e Tom. Dopo anni di scorribande nella sonnolente Trieste, la loro città, si separano per poi ritrovarsi a Vienna. Qui è Tom a convocare Leo – vero protagonista del libro – e Kevin, per coinvolgerli nel progetto di una galleria dedicata alla Pop Art. Ma, in un susseguirsi di colpi di scena e di innamoramenti, tra alcol, eccessi e grame figure, sempre sul filo dell’autoironia, devono via via fare i conti con le loro differenze caratteriali e con una stridente diversità di aspettative. Un disilluso affresco della nostra società in una Vienna che fa da cornice classica a uno stile…del tutto Pop.

L’invitato di Massimiliano Alberti. La prima cosa che mi ha colpita di questo romanzo è assolutamente la cover, anche se appoggiato a uno scaffale di una libreria mi sarei avvicinata incuriosita dalla ‘Red Marylin Smokin’ di Kaufman. La Pop Art non è messa lì tanto a caso ma ha un nesso con la trama del romanzo. Una storia ben costruita e piacevolmente frizzante, che ruota attorno a un progetto relativo ad una galleria per l’appunto di Pop Art a Vienna.

I personaggi principali Tom, Kevin e Leo sono tre amici che hanno vissuto la loro giovinezza nella città di Trieste, in seguito si trasferiscono a Vienna per condividere una nuova esperienza lavorativa. Molto differenti l’uno dall’altro, vivono situazioni in un nuovo contesto, lontano dalla loro realtà quotidiana. Il romanzo racconta le esperienze dei tre amici toccando vari argomenti che l’autore descrive molto bene: l’amicizia, l’affermarsi nel proprio lavoro, l’amore, la ricerca della propria personalità, il vivere in una città straniera.

Il tutto viene raccontato con un linguaggio molto piacevole e scorrevole ma ricercato e curato nei dettagli. Le descrizioni dei personaggi sono ben realizzate e permettono al lettore di capire subito quelle che sono le caratteristiche di ciascuno di loro. La descrizione dei luoghi è molto ricca di dettagli mentre i dialoghi tra i personaggi sono ben costruiti e del tutto realistici.

L’invitato mi ha regalato un bel viaggio nell’aristocratica Vienna e credo che doni molti spunti di riflessione. Per me un romanzo originale, moderno e dinamico, mi è piaciuto!

 

Se ti è piaciuta questa recensione leggi anche:

Il seme della violenza di Evan Hunter

L’occhio e la spada di Marco Dollera

Victoria – storie di vampiri di Chiara Kiki Effe

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.