Lettera alla sposa di Licia Allara

Lettera alla sposa

di

Licia Allara

Titolo: Lettera alla sposa

Autore: Licia Allara

Editore: Europa Edizioni

Genere: Narrativa contemporanea

Prezzo ebook: 9,48 € Amazon

Prezzo cartaceo: 10.96 € Amazon

 

Sinossi:

Un matrimonio. Questa storia inizia con la grande attesa per il matrimonio dell’anno in un luogo incantato. Chi sono la sposa e lo sposo? Chi c’è davvero dietro alcuni dei volti che incontrerete alla cerimonia? Quali segreti, quali improbabili intrecci di vite? Il matrimonio: il punto di arrivo, punto di partenza per una vita? L’autrice vi condurrà al finale inaspettato attraverso una galleria di personaggi indimenticabili: alla fine vi sembrerà di conoscerli da sempre, benché non abbiano un nome; personaggi e luoghi senza nome perché c’è un senso più profondo e universale, c’è qualcosa che va oltre le righe, e Licia Allara ha dimostrato un’abilità straordinaria nell’accompagnare il lettore ben al di là delle pagine del libro.  “Questa storia racconta di piccoli e grandi segni, di piccole e grandi occasioni, colte e perdute”, al termine della lettura una domanda potrebbe assediarvi. Se lo farà, non ve ne libererete più. Quand’è che la vostra vita di è fermata? E come è ripartita?

Ho scelto di leggere questo libro perché la copertina mi ha subito colpita.

La lettura di Lettera alla sposa è risultata scorrevole, la scrittura è di buona qualità e piacevole, il linguaggio è curato.

La trama è ben sviluppata ed articolata, buono il ritmo di narrazione che reputo molto coinvolgente.

La particolarità principale di Lettera alla sposa è quella di essere ambientato in un luogo non definito e che i personaggi vivono attivamente la vicenda senza avere un nome, vengono caratterizzati unicamente dall’interagire tra loro.

“Le prime voci sul futuro matrimonio dell’anno iniziarono a correre molto in sordina, senza una data precisa, in un qualsiasi giorno di ottobre. Appena la notizia si infiltrò nella piccola, sonnolenta città di provincia, creò delle enormi aspettative, soppiantò scandali e pettegolezzi e iniziò a tener banco nei ritrovi più disparati.”

Ciò nonostante l’autrice è stata capace di dare loro vita in modo molto originale, donando al lettore la sensazione di conoscerli realmente. Le loro descrizioni e i vividi dialoghi permettono di evidenziarne le caratteristiche che li diversificano l’uno dall’altro.

I dialoghi sono ben strutturati, dinamici e scorrevoli.

Ho trovato Lettera alla sposa molto originale, è stata una lettura piacevole ed effettivamente lascia degli spunti di riflessione non indifferenti.

«Questa storia racconta di piccoli e grandi segni, di piccole e grandi occasioni, colte o perdute»

Se ti è piaciuta questa recensione leggi anche:

Dead Sea di Tim Curran

Se potessi ti cancellerei di Francesca Baldacci

Il manoscritto di Franck Thilliez

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.