L’annusatrice di libri di Desy Icardi

L’annusatrice di libri

di

Desy Icardi

L'annusatrice di libri di Desy Icardi

Titolo: L’annusatrice di libri

Autore: Desy Icardi

Editore: Fazi Editore

Genere: Narrativa

Prezzo cartaceo: 16,00 € Amazon

Prezzo ebook: 4,99 € Amazon

 

Sinossi:

Torino, 1957. Adelina ha quattordici anni e vive con la zia Amalia, una ricca vedova, parsimoniosa fino all’eccesso, che le dedica distratte attenzioni. Tra i banchi di scuola, la ragazza viene trattata come lo zimbello della classe: alla sua età, infatti, non è in grado di ricordare le lezioni e ha difficoltà a leggere. Il reverendo Kelley, suo severo professore, decide allora di affiancarle nello studio la brillante compagna Luisella. Se Adelina comincerà ad andare meglio a scuola, però, non sarà merito dell’aiuto dell’amica ma di un dono straordinario di cui sembra essere dotata: la capacità di leggere con l’olfatto. Questo talento, che la ragazza sperimenta tra le pagine di polverosi volumi di biblioteca, rappresenta tuttavia anche una minaccia: il padre di Luisella, un affascinante notaio implicato in traffici non sempre chiari, tenterà di servirsi di lei per decifrare il celebre manoscritto Voynich, “il codice più misterioso al mondo”, scritto in una lingua incomprensibile e mai decifrato. Se l’avidità del notaio rischierà di mettere a repentaglio la vita di Adelina, l’esperienza vissuta le lascerà il piacere insaziabile per i libri e la lettura.

Ho scelto di leggere questo libro perché io sono un’annusatrice di libri, adoro leggere e il profumo della carta pericò L’annusatrice di libri ha subito fatto breccia!

“Se si potesse leggere con l’olfatto, quale sarebbe l’odore dei libri? Che profumo avrebbero i Promessi sposi? E Le mille e una notte?” Il romanzo di Dasy Icardi, con stile avvincente e briosa ironia, ci parla di libri e dell’amore per la letteratura attraverso la storia di una lettrice speciale.

La trama è ben strutturata e sviluppata in modo dinamico e molto piacevole, i tempi della narrazione sono ben scanditi e aiutano il lettore a seguire con attenzione lo svolgersi degli eventi.

La descrizione dei personaggi è ricca di dettagli, sia relativamente all’aspetto prettamente fisico che caratteriale; questo permette di entrare in confidenza con quelli che sono i personaggi principali della narrazione:

“…le sue compagne di scuola l’avevano tormentata per i suoi calzettoni di lana e gli scarponcini, che erano sì molto differenti da ciò che indossavano loro…”

Il linguaggio utilizzato è ricercato, curato nei dettagli, chiaro ed efficace. I dialoghi si alternano in modo ottimale alle descrizione dei luoghi, di cui apprezzo molto la ricchezza di dettagli:

“La stanza ospitava un piccolo letto disfatto, uno scrittoio appena visibile sotto un centinaio di volumi, sedie e tavolini spaiati il cui unico tratto comune era fungere da base a pile di libri, e una stufa munita di tubo metallico che si ergeva per circa due metri…”

Personalmente ho trovato L’annusatrice di libri un romanzo di ottima qualità. Mi sono innamorata di Adelina, per il suo modo di essere, per tutte le splendide sfaccettature del suo carattere. Mi è piaciuta molto la scelta delle opere che la scrittrice ha nominato e fatto diventare parte del suo romanzo; un ottimo viaggio letterario.

“In un gioco di rimandi letterari, che appassionerà il lettore, l’autrice cita alcuni tra i capolavori più famosi della letteratura: dal Decameron a Don Chisciotte, da Anna Karenina a Jane Eyre a Bel-Ami, intessuti nella narrazione don intelligenza e arguzia.”

Lo consiglio perché è un romanzo che mi ha colpita molto. Lo trovo un testo innovativo, costruito su una base letteraria solida.

Su instagram è possibile partecipare al giveawy organizzato in collaborazione con la Fazi editore. Vieni a trovarci, noi siamo @passionelibroblog quelli con il gufo Anacleto. 

Se ti è piaciuta questa recensione leggi anche:

Il rimedio miracoloso di H.G. Wells

Nel cuore della notte di Rebecca West

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.