La sala d’ambra di A. Moriccioni e G. Pavat

La sala d’ambra

di

Alessandro Moriccioni e Giancarlo Pavat

Titolo: La sala d’ambra

Autori: Alessandro Moriccioni e Giancarlo Pavat

Genere: narrativa storica

Edizione: Dunwich Edizioni

Prezzo cartaceo: 10,35 su Amazon

Prezzo ebook: €3,99 su Amazon

 

Sinossi:

È mai possibile che l’intera sala di un palazzo principesco sparisca nel nulla senza lasciare traccia? Sembra incredibile, eppure è accaduto davvero; a svanire fu un capolavoro assoluto, uno studio completamente realizzato in pannelli d’ambra vecchi di milioni di anni. Della camera fossile che si trovava nei palazzi di Tsarskoje Selo, a Puškin vicino San Pietroburgo, infatti, non si hanno più notizie dalla fine della Seconda Guerra Mondiale. Che fine ha fatto quella che fu definita a ragione l’Ottava Meraviglia del Mondo? Oggi, la Sala d’Ambra è stata ricostruita nel dettaglio e posta là dove si trovava un tempo ed è omaggiata ogni anno da migliaia di curiosi. Scoprite con noi la sua storia e l’incredibile intrigo internazionale dietro la sua sparizione. Sarà una grande avventura!

recensione passionelibroblog

Ho trovato questo libro molto interessante e direi anche coinvolgente!

Il mio personale plauso va ai due scrittori Moriccioni e Pavat che con un linguaggio molto semplice e una scrittura scorrevole, sono riusciti a farmi leggere un libro, seppur breve, molto interessante sul piano storico, artistico e naturalistico.

Non è da tutti! Eppure senza mai annoiarmi gli scrittori sono riusciti a presentare nella sua totale bellezza sia storica che artistica La sala d’ambra, l’ottava meraviglia del mondo, scomparsa ma “ritrovata” che si può ammirare ancora oggi in toto seppur non essendo l’originale.

Consiglio con molto piacere questo libro a tutti, soprattutto a chi desidera viaggiare nel tempo incontrando personaggi storici e veri artisti.

Se ti è piaciuta questa recensione leggi anche:

Le acque del sonno eterno di Maria Cristina Pizzuto

Il chiosco di Diana di Laura Fogliati

Eredità di Vigdis Hjorth

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento