La libertà possibile di Margaret Wilkerson Sexton

La libertà possibile

di

Margaret Wilkerson Sexton

Titolo: La libertà possibile

Autore: Margaret Wilkerson Sexton

Edizione: Fazi Editore

Genere: narrativa

Prezzo cartaceo: 14,45 € su Amazon

Prezzo ebook: 12,99 € su Amazon

 

 

Sinossi:

1944, New Orleans. Evelyn proviene da una delle più rispettate famiglie della città e quando si innamora di Renard, un ragazzo qualsiasi, senza soldi e dal futuro incerto, in casa scoppiano le tensioni. Le riserve della famiglia di lei e la decisione di lui di partire per la guerra come volontario metteranno alla prova la relazione tra i due. Negli anni Ottanta, la figlia di Evelyn, Jackie, è una madre single: il marito Terry è andato via di casa nel tentativo di combattere la sua tossicodipendenza, lasciando soli lei e il figlio T.C. L’inaspettato ritorno dell’uomo sconvolge la ritrovata normalità di Jackie, la quale è lacerata dall’idea di dargli un’altra opportunità. Nel 2010, in una New Orleans che porta ancora i segni dell’uragano Katrina, il venticinquenne T.C. è appena uscito di prigione quando il suo amico Tiger gli propone un “grande affare”. L’arrivo di un figlio sconvolgerà i piani del ragazzo, ma non il giro di eventi che ormai si è innescato. Tre generazioni, tre destini e tre epoche a confronto: “La libertà possibile” racconta la faticosa conquista della libertà da parte dei membri di una famiglia di colore, oltre i pregiudizi sociali e le aspettative dei familiari, fra sogni infranti e porte che invece si aprono.

“La libertà possibile” potrebbe essere il messaggio che Margaret Wilkerson Sexton vorrebbe lasciare al lettore, perché proprio di libertà si parla in questo romanzo.

Una famiglia di colore e tre generazioni a confronto, la storia, infatti parte nel lontano 1944 fino a giungere ai giorni nostri. personaggi ben delineati, caratteri forti, a volte impauriti altre semplicemente impotenti dinanzi le difficoltà della vita.

Le storie dei tre protagonisti principali (la nonna Evelyn, la figlia Jackie ed il nipote T.C.) vengono intrecciate nel romanzo, con capitoli a loro dedicati e ben distinti, senza così avere il minimo dubbio di chi si stia parlando, ma senza mai annoiare, coinvolgendo il lettore nella storia tanto di avere sempre voglia di leggere il capitolo successivo.

Mi ha molto colpito il romanzo che, a volte, risulta crudo, ma rispecchia la verità e ammetto che mi ha toccato particolarmente quasi dandomi “fastidio” la parola “negro” usata per rimarcare una discriminazione razionale che non dovrebbe esistere. Terminato il romanzo comunque ho appoggiato la scelta della scrittrice, perché alcuni temi importati devono essere affrontati nella sua totalità.

Consiglio questo romanzo poiché, a mio modesto parere, non dovrebbe mancare dalle vostre librerie.

Se ti è piaciuto questo libro leggi anche:

Ape bianca di Valentina Villani

Qui per te di Paola Gianinetto

Beata Gioventù di Vincenzo Galati

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento