Il ragazzo di Marcus Malte

Il ragazzo

di

Marcus Malte

Titolo: Il ragazzo

Autore: Marcus Malte

Editore: Fazi Editore

Genere: narrativa

Prezzo ebook: 9,99 € Amazon

Prezzo cartaceo: 17,00 €  Amazon

 

Sinossi:

Agli albori del Novecento, un ragazzo senza nome si aggira per le campagne della Francia meridionale. Non ha mai visto altro essere umano all’infuori della madre, che porta sulle spalle. La donna, morente, chiede che le sue ceneri siano sparse in mare, e il figlio decide di assecondarne la volontà. Poi si mette in cammino, alla scoperta del mondo e degli uomini. Prova ad avvicinarsi ai suoi simili, lui che non parla, non sa parlare, è più bestia che uomo. Nel suo lungo percorso costellato di tante iniziazioni, girerà la Francia insieme a Brabek, l’orco dei Carpazi, lottatore filosofo; scoprirà i segreti del sesso grazie a Emma, che per lui sarà amante, sorella e madre al tempo stesso; conoscerà la barbarie e la follia dell’uomo durante la guerra, dove tornerà selvaggio fra le trincee e si farà un nome per la sua brutalità, indirizzata stavolta ai suoi simili. Soltanto alla fine, rimossi gli strati di violenza cieca e riguadagnato il suo stato di purezza originale, tornerà a sentire, forte, l’odore della madre e, con esso, il richiamo del mare.
Con Il ragazzo, Marcus Malte firma un romanzo potente e profondo che in Francia è stato un grande successo: pubblicato da una piccola casa editrice indipendente, ha vinto il prestigioso Prix Fémina e ha raggiunto i vertici delle classifiche. L’autore si inserisce nella tradizione e nel mito dell’enfant sauvage con una voce originale, dando vita a un’importante riflessione su cosa significa essere uomo e ricordandoci come eravamo, come siamo stati e come potremmo tornare a essere.

Prima di cominciare a pararvi del libro vorrei ringrazio la Fazi Editore per avermi dato la possibilità di leggerlo.

“Il ragazzo” è un libro che non si legge con tanta leggerezza, tutt’altro: Marcus Malte ha uno stile particolare, ma che attira già dalle prime righe.

L’autore ci descrive in modo molto dettagliato ogni singolo ambiente o personaggio che incontriamo nella storia riuscendo a farci immergere talmente tanto nella lettura da regalarci la sensazione di essere fisicamente presenti.

Malte non racconta soltanto la storia del ragazzo muto e senza nome, ma ci descrive tante varie situazioni tanto da farci interrogare sulla credenze popolari; per farvi un esempio: il ragazzo giunto in un paesello sarà alla fine indicato come portatore di sventura. Altri quesiti che l’autore solleva riguardando chi siamo e cosa vogliamo e soprattutto Malte ci parla dell’uomo e della sua capacità di distruggere ciò che invece dovrebbe proteggere e lo fa descrivendoci le atrocità della Prima Guerra Mondiale.

Un’astuzia dello scrittore è anche quella di inserire ogni tanto capitoli su “cosa sta succedendo” in quell’anno nel mondo sotto vari aspetti: politici, scientifici, sportivi… Sul primo momento quasi stonano con il romanzo, ma procedendo si comprende lo scopo “nascosto” di Malte, facendo ancora riflettere il lettore.

Per me è un interessante e importante romanzo che consiglio di leggere.

Se ti è piaciuta questa recensioni leggi anche:

Con tanto affetto ti ammazzerò di Pino Imperatore

La ragazza invisibile di Blue Jeans

L’annusatrice di libri di Desy Icardi

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento