Fahrenheit 451 di Ray Bradbury

Fahrenheit 451

di

Ray Bradbury

fahrenheit 451

Titolo: Fahrenheit 451

Autore: Ray Bradbury

Editore: Mondadori

Genere: dispotico/utopico

Prezzo ebook: 7,99 Amazon

Prezzo cartaceo: 9,00  Amazon

 

Sinossi:

Montag fa il pompiere in un mondo in cui ai pompieri non è richiesto di spegnere gli incendi, ma di accenderli: armati di lanciafiamme, fanno irruzione nelle case dei sovversivi che conservano libri e li bruciano. Così vuole fa legge. Montag però non è felice della sua esistenza alienata, fra giganteschi schermi televisivi, una moglie che gli è indifferente e un lavoro di routine. Finché, dall’incontro con una ragazza sconosciuta, inizia per lui la scoperta di un sentimento e di una vita diversa, un mondo di luce non ancora offuscato dalle tenebre della imperante società tecnologica.

 

recensione passionelibroblog
Ho dovuto ricominciare questa recensione una decina di volte, ad ogni tentativo speravo di trovare le parole per descrivere questo romanzo, ma alla fine ho capito che non le avrei mai trovate.
Montag è un pompiere e vive in una realtà dove i libri vengono bruciati perché la gente non vuole pensare o porsi delle domande, non gli interessa sviluppare una coscienza, la tv è il loro mondo, lavorano per comprarsi il necessario per vivere ma soprattutto per potersi permettere tv più grandi, più tecnologiche. Qualcosa dentro Montag lo spinge a salvare i libri che dovrebbe bruciare e, presto o tardi, grazie a una riflessione bellissima (che ho deciso di inserire sotto il banner) il protagonista decide che è arrivato per lui il momento di leggere quei libri. Il bello di questo romanzo sta nella capacità dell’autore di creare delle discussioni degne di nota, le frasi che compone sono dolci melodie che accompagnano il lettore verso una conclusione amara ma giusta.

 

fahrenheit 451
Estratto:

“Non si tratta solo della donna che è morta” riprese Montag. “Questa notte ho pensato a tutto il cherosene di cui mi sono servito da dieci anni a questa parte. E ho pensato ai libri. E per la prima volta mi sono accorto che dietro ogni libro c’è un uomo, un uomo che ha dovuto pensarli, un uomo a cui è occorso molto tempo per scriverli, per buttar giù tante parole su carta, ed è un pensiero che non avevo mai avuto prima di questa notte”

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.