Aleksandr di Marta Maddy

Aleksandr

di

Marta Maddy

Titolo: Aleksandr

Autore: Marta Maddy

Editore: Collana digitale Darklove (Pubme)

Genere: Mafia Romance

Prezzo ebook: 2.99 € Amazon

Prezzo Cartaceo: 16,15 € Amazon

 

 

 

Sinossi:

Aleksandr Volkov è il capo della mafia russa. Mosca è il suo personale inferno, ma anche il miglior paradiso per uno come lui. Nessuno può dirgli di NO: lui ordina, il resto del mondo criminale, esegue. A San Francisco per affari, stringerà la mano di Drake Roberts nel suo Lily’s Club. Quello che però non sa è che Lily non è solo il nome di un club, ma quello del tesoro più prezioso di Drake. Quando Aleksandr scoprirà chi è veramente Lily, sarà ormai troppo tardi. Si odieranno al primo sguardo, ma non appena lui la sfiorerà, tutto il suo dannato mondo vacillerà. Aleksandr sa che dovrebbe rimandarla a casa da Drake, ma a volte, il destino gioca la sua carta migliore e allora Lily sarà costretta a rimanere col figlio del diavolo in persona, pur di salvarsi la vita. All’inferno non c’è spazio per le emozioni, né tantomeno per l’amore, ma allora cosa spingerà Lily a cedere un pezzo di cuore alla volta all’uomo più spietato di tutti? E se Aleksandr dovesse combattere contro un nemico peggiore del proprio cuore?

 

Il romanzo nonostante il titolo è narrato da due voci: Aleksandr Volkov, capo della mafia russa, un uomo senza scrupoli, dedito solo agli affari, e da Lily Roberts figlia del capo della malavita di San Francisco. L’incontro tra i due avviene per puro caso quando un dipendente di Aleksandr per sbaglio rapisce la ragazza credendo che sia scappata da un carico di traffico di esseri umani. La ragazza si ritrova così a Mosca. L’errore viene subito svelato e l’uomo dopo aver parlato con il fratello della ragazza, Drake, gli chiede di tenerla lì per questioni di sicurezza.

L’uomo è affascinato dalla donna non solo per la sua bellezza ma anche perché non cade ai suoi piedi come di solito fanno le altre. L’interazione tra i due è banale e spesso priva di senso. Ho avuto difficoltà nella lettura a causa dei troppi errori di battitura, frasi lasciate a metà che poi riprendevano una o due righe dopo. L’impaginazione fatta male ha reso davvero difficile proseguire fluidamente nella lettura. La storia è alquanto banale, sempre il solito cliché dell’uomo bello e dannato e della ragazza inesperta e ingenua.

Se ti è piaciuta questa recensione leggi anche:

Le disavventure di Amos Barton di George Eliot

Avevano spento anche la luna di Ruta Sepetys

Fulgore della notte di Omar Viel

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

No comments yet.

Lascia un commento