Diremo addio alle librerie fisiche?

Diremo addio alle librerie fisiche? 

Qualche giorno fa, non ricordo il link del sito e mi scuso per questa mia inefficienza, ho letto un articolo sul web dove si rifletteva sulle motivazioni che spingono sempre più librerie a chiudere. Al nocciolo della questione c’era il fatto che, secondo l’autore dell’articolo, il motivo dei tanti fallimenti era dipeso dai cattivi investimenti e che le librerie online non avessero in alcun modo intaccato il mercato.

Quello che mi ha fatto un po’ storcere il naso è che nell’esempio da lui riportato c’era scritto: poniamo il caso che il libro costi uguale sia online che in una libreria fisica.

A tal punto mi sono detta: a parità di prezzo, anche io comprerei in una libreria fisica.

Da questa osservazione è nata in me una riflessioni che mi ha spinto a chiedermi quanto questo articolo potesse essere ben strutturato. Ora non sto dicendo che IBS, Amazon, Libraccio, sono i mostri cattivi che hanno mangiato la libreria fisica obbligandola a chiudere. Sicuramente tra i tanti librai una parte avrà fallito a causa di cattivi investimenti, ma non si può fingere che i libri costino uguale per poi concludere che 9 librerie su 10 chiudono per cattiva gestione, perché è inesatto.

Online si trovano tante offerte vantaggiose; basti pesare al libraccio.it e ai suoi: usato garantito. Comprare libri a € 7 euro quando in una librerai fisica li pagherei € 22 (Il seme della violenza edito da Elliot edizioni prezzo di coperta 22,00 pagato da me 7 euro sul Libraccio) mi spingerà sempre a comprare online e credo, come me, tanti altri lettori faranno il mio stesso ragionamento.

Perciò la mia conclusione è che la colpa è per ¾ della sempre crescente povertà che ci spinge a dover cogliere occasioni per permetterci l’acquisto di un libro che altrimenti non avremmo. (Parlo di comprare non di leggere, per la sola lettura basta anche la biblioteca comunale).

Le librerie online si possono permettere di sfruttare la situazione facendo sconti ai quali non possiamo rinunciare e la libreria fisica ci rimette drasticamente. Sicuramente su 10 librai alcuni chiuderanno anche a causa di cattivi investimenti, ma attribuire tutte la responsabilità del fallimento a loro mi sembra un modo subdolo di lavarsi la coscienza.

Il sistema è formato da un insieme di persone, se il sistema ha fallito, si fallisce insieme. Nessuno ha più o meno colpa, nessuno è immune, nessuno è santo; siamo tutti vittime e carnefici di una realtà che sta andando a morire.

Se ti è piaciuto l’articolo leggi anche:

Classifica dei 10 libri più belli del 2018

Anacleto consiglia. 6 cose da sapere per presentare il tuo libro a una blogger.

Anacleto e i Social. Primo appuntamento

, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Comments are closed.